Il Dottor Giardina è un punto di riferimento nel campo della medicina riproduttiva, con una solida esperienza come ginecologo fertilità. La sua reputazione di eccellenza è stata costruita su una dedizione senza pari verso la cura dei pazienti e sull'adozione delle più avanzate tecniche nel settore.

immagine contenuto home2

Nella sua clinica per la fecondazione assistita, il dottor Giardina offre un ambiente accogliente e professionale dove le coppie possono ricevere un supporto completo per affrontare l'infertilità. Grazie alla sua competenza nell'ambito della fecondazione assistita, il dottor Giardina utilizza tecniche all'avanguardia come la FIVET (Fecondazione In Vitro con Transfer), l'ICSI (Iniezione Intracitoplasmatica di Spermatozoi) e l'inseminazione intrauterina (IUI) per aumentare le possibilità di concepimento.

Tasto Info con WhatsApp

Il dottor Giardina comprende l'importanza di un approccio personalizzato e compassato verso i pazienti che affrontano difficoltà legate alla fertilità. È altamente qualificato nell'esecuzione di esami cruciali come l'isterosalpingografia per valutare lo stato delle tube uterine e nel fornire terapie innovative come il trattamento con plasma ricco di piastrine (PRP) in utero.

In caso di fallimento del transfer embrionario, il dottor Giardina si impegna a lavorare a fianco delle coppie, offrendo un sostegno emotivo e consulenze approfondite per esplorare nuove opzioni e strategie.

Per le coppie che desiderano un aiuto nell'affrontare l'impossibilità di rimanere incinte o di portare a termine una gravidanza, il dottor Massimiliano Giardina rappresenta una risorsa affidabile e competente. La sua dedizione alla cura dei pazienti e la sua competenza nel campo della medicina riproduttiva lo rendono un ginecologo di fiducia per coloro che cercano di realizzare il proprio sogno di famiglia.

Pap Test

Il pap test è un esame in grado di diagnosticare in modo rapido e precoce la presenza di un eventuale tumore al collo dell'utero.

PAP 1920w

 

 

Tale forma di cancro, fino a pochi anni fa seconda per diffusione soltanto al Pap testcarcinoma mammario, grazie ad un'ampia opera di prevenzione è scesa al quarto posto nelle statistiche dei tumori femminili più frequenti.

Il pap test è molto utile poiché il tumore del collo dell'utero, conosciuto anche come carcinoma della cervice uterina, progredisce lentamente e, se diagnosticato in tempo, può essere curato rispettando l'integrità anatomica e funzionale della zona.

Dall'analisi del campione citologico possono essere raccolte numerose altre informazioni, come la presenza di eventuali lesioni precancerose. Importantissima è la diagnosi di infezione da un particolare virus chiamato papilloma virus (HPV). Tale agente infettivo fa parte di una famiglia molto estesa di virus, molti dei quali totalmente innocui per l'organismo femminile e comunque non implicati nel rischio oncogeno.

Negli ultimi anni si è però scoperto che alcuni di questi ceppi virali sono tra i principali responsabili del carcinoma al collo dell'utero. Una volta infettata la cervice questi virus trasferiscono il proprio DNA nel nucleo delle cellule, che possono rispondere all'infezione moltiplicandosi in modo abnorme. Tuttavia, come preciseremo meglio in seguito, molte infezioni da papilloma virus regrediscono spontaneamente senza causare alcun danno.

Dall'esame citologico è anche possibile raccogliere tutta una serie di dati sull'equilibrio endocrino della donna, in quanto i diversi ormoni sessuali influenzano la maturazione delle cellule che compongono i diversi strati dell'endometrio.

Il pap test può inoltre evidenziare la presenza di eventuali infezioni batteriche o micotiche come la candida.

Il pap test è un esame citologico che studia con l'aiuto del microscopio le alterazioni delle cellule del collo dell'utero. Per analizzare tale regione vi è la necessita di prelevare una piccola quantità di cellule sfaldate che verranno esaminate in laboratorio.

Pap test esecuzioneL'esecuzione del pap test dura una decina di minuti, solitamente è indolore, e solo in alcune donne può provocare lievi fastidi.

Inizialmente la paziente viene invitata a spogliarsi dalla vita in giù e a sdraiarsi supina su un apposito lettino con le gambe leggermente divaricate.

Il medico applicherà lo speculum, uno speciale strumento che dilata leggermente l'apertura vaginale in modo da favorire il prelievo

Verrà poi delicatamente inserita una speciale spatola che insieme ad un apposito spazzolino raccoglie piccole quantità di muco dal collo dell'utero e dal canale cervicale

Tale campione, costituito da cellule d'esfoliazione, verrà poi esaminato in laboratorio grazie all'ausilio di appositi metodi di colorazione e ad un approfondito esame computerizzato.

 

 

 

 

Mappa

Sedi

Lazio

Studio GeaVia Conca d’oro 285, 00141 Roma - Palazzo B interno 1 (raggiungibile con metro B Conca d'Oro)

Clinimed  - Viale Fabrateria Vetus, 24B, 03023 Ceccano FR +39 0775602978 +39 339 1218705

Aemme Medica - Via Giovanni Giminiani 17, Anagni (FR) 03012

Sicilia

Caltanissetta - Via Padre Pio da Pietrelcina 21, 93100

Castellammare del Golfo - Via Bocca della Carrubba 119, 91014 Castellammare del Golfo (TP)

Palermo - Via Pietro D'Asaro 45, 90138 Palermo (Sesto piano scala sinistra, citofono Milazzo-Cultrera)

Catania - Corso Sicilia 24/F, 95131 Catania, Scala D quinto piano, citofono Caruso-Longhitano